domenica 30 dicembre 2007

venerdì 14 dicembre 2007

PREFAZIONE A CULTURA CONVERGENTE DI HENRY JENKINS_di Wu Ming

mercoledì 5 dicembre 2007

Wimax "sardo" a 5 GHz: libero, veloce e sicuro_tomshw.it

sabato 10 novembre 2007

Charice Pempengco - And I Am Telling You (Star King)

SimCity Societies e la ecocitta' ideale



Ogni nerds che si rispetti ha perso diversi mesi della propria esistenza giocando a SimCity. Fare il sindaco-costruttore ha sempre avuto un certo fascino e, malgrado le poche opzioni disponibili, non veniva mai a noia di calarsi nei panni di questa onnipotente figura. Nei suoi vari seguiti, Sim City ha tentato di implementare le relazioni sociali che interconnettono l’ambiente urbano. Nel gamplay di quest’ultimo capitolo, SimCity Societies, che uscirà a breve per la gioia degli amanti dei giochi di simulazione, troviamo un’aspetto molto caro a noialtri ecologisti: l’impatto ambientale e la sostenibilità dello sviluppo urbano.

Tutte le azioni che si intraprenderanno nel gioco per lo sviluppo della propria città avranno delle conseguenze anche in materia di sostenibilità ambientale.
Ve ne fregate della quantità di Co2 e sostanze inquinanti che producete (trasporti, industrie, centrali fossili etc) e vi interessate solo del denaro e della prosperità economica della vostra ridente città? bene, continuate così e con ogni probabilità ritroverete la vostra città flagellata dalla “vendetta” climatica della natura e animata dal malcontento dei suoi abitanti per la scarsa qualità della vita.

Viceversa, se siete degli abbraccialberi frustrati della situazione urbana reale in cui vivete (cioè abitate in una metropoli italiana), con SimCity societies potrete creare la città ecologica dei vostri sogni, direttamente sul vostro computer, partendo da 0 ed applicando le scelte nel miglior rispetto dell’ambiente naturale che vi circonda ( mobilità sostenibile, alimentata da energie rinnovabili e chi più ne ha più ne metta).

Il gioco verrà rilasciato nei prossimi giorni dalla Electronic Arts. Per maggiori info vi rimando al sitoweb ufficiale dove potete trovare qualche interessante screenshots e molte altre informazioni. (di pentolaccia_ecoblog.it)

giovedì 1 novembre 2007

Germania: arriva canale tv su morte_ansa.it

Lo spot dell'iPod preso da YouTube_corriere.it

Ecco il nuovo spot dell’iPod Touch

ispirato da quest’altro video che Apple ha trovato su YouTube.

No, no, Apple non ha copiato il video: ha contattato Nick Haley, diciottenne inglese autore dell’ originale, che è stato invitato in California per realizzare la versione Pro dello spot. È un importante traguardo conseguito dallo “User Generated Content”, ma… in Italia? Potrebbe capitare qualcosa di simile? Ricordo tempo fa di aver segnalato l’ottimo lavoro di Giacomo Salizzoni, che peccato non aver visto visto ancora il suo spot in Televisione (by Johnnie Maneiro_980km.com)

lunedì 15 ottobre 2007

THE HOME. SUSTAINABLE REALITY SHOW. Intervista all'AD di Ambiente.tv Andrea Tucci.







"THE HOME" è un nuovo format televisivo di cui saranno protagonisti giovani ricercatori italiani del CNR. Ripresi in diretta durante la manifestazione Ecomondo (Rimini, 07-08 novembre) i giovani scienziati dibatteranno, per sei ore al giorno, di temi scientifici e ambientali. The Home verrà trasmesso da ambiente.tv, la prima web tv interamente dedicata a temi ambientali. Nata nel 2006 per offrire un canale nuovo di approccio e approfondimento ai temi ambientali, ambiente.tv ha il patrocinio e il supporto del Ministero dell'Ambiente, dell'Enea, del WWF, dell'AGI, dell'Apat, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell'Istituto Nazionale per il Commercio Estero.
Per saperne di più, HardNewsTV ha intervistato Andrea Tucci, l'AD di ambiente.tv.

Ambiente.tv produrrà un reality show denominato THE HOME.Di cosa si tratta? Perchè l'utilizzo di questo "format" televisivo?
THe Home è il primo reality sull'ambiente. Abbiamo deciso di utilizzare un genere particolare come il reality show, normalmente utilizzato per realizzare un tv poco istruttiva, perchè crediamo che questo format e le sue dinamiche siano efficaci anche per veicolare messaggi come la ricerca scientifica e la tutela dell'ambiente.

Che risposta avete avuto dal mondo della ricerca?
È con il mondo della ricerca che lo stiamo realizzando.
Oggi si parla di ambiente solo in modo allarmistico. The Home vuole proporre gli stessi temi in un contesto insolito (in questo caso Ecomondo - Key Energy la fiera riminese sulla sostenibilità) dove gli scienziati possono rispondere alle domande della gente e gli esperti possono anche suggerire comportamenti responsabili e possibili soluzioni. Un modo per avvicinarsi al sapere scientifico e chiarire questioni ambientali dibattute ascoltando la diretta voce dei ricercatori.
Il progetto televisivo così concepito è piaciuto al CNR, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, il quale collaborerà per la selezione di 5 giovani ricercatori e scienziati che saranno i veri protagonisti del primo reality "sostenibile" della televisione.

Ci racconti come funzionerà lo show?
Il Reality si svolgerà nella hall d'ingresso della Fiera di Rimini durante Ecomondo -Key Energy dal 7 al 10 di novembre 2007. I cinque ricercatori , ripresi da 6 telecamere, saranno ospitati in uno spazio che rappresenterà una casa. Un grande tavolo, oggetti quotidiani, riviste, giornali, una lavagna e dei computer saranno tra gli strumenti principali utilizzati dagli scienziati per dibattere di urbanizzazione, rifiuti, clima,inquinamento, trasporti, energia, risorse idriche, questione agro-alimentare, salute, casa e lavoro. Gli oggetti del quotidiano, le opinioni diffuse, le scoperte e le novità della scienza saranno stimoli proposti in modo giocoso e divertente.
Un comitato scientifico selezionerà i temi più dibattuti, solleverà quesiti e stimolerà confronti. Sarà premiato l'argomento spiegato meglio e che susciterà più interesse. Al termine di The Home i ricercatori dovranno stilare un decalogo che raccoglierà una sintesi degli aspetti più salienti e propositivi del Reality. Agli scienziati si chiederà di mettere in scena la loro capacità dialettica, la loro conoscenza, ma anche la loro simpatia.

sabato 13 ottobre 2007

In Brasile la prima tv pubblica


(ANSA) - BRASILIA, 12 OTT - Il Brasile avra' finalmente una rete televisiva 'pubblica'. Lo ha annunciato il ministro della comunicazione sociale Franklin Martins.Nascera' infatti il network di stato 'TV Brasil', che iniziera' le sue programmazioni il 2 dicembre prossimo. Finora il Brasile era monopolio della rete Globo, creata dallo scomparso Roberto Marinho durante la dittatura militare, che ha fatto il bello e cattivo tempo in occasione delle varie elezioni presidenziali brasiliane.

Concerto per faccia in re maggiore _www.dissacration.com

Creative Commons License
HardNewsTV is licensed under a Creative Commons