lunedì 29 dicembre 2008

Sala d'attese_Daniele Niola


lunedì 22 dicembre 2008

mercoledì 19 novembre 2008

"Il senso della vita" torna su YouTube_corriere.it

giovedì 30 ottobre 2008

Video-intervista con Tim O'Reilly_Alessio Jacona

domenica 7 settembre 2008

La rivoluzione di Google "Il futuro abita qui"_di FEDERICO RAMPINI

Dieci anni fa due studenti ventenni davano il via a un motore di ricerca che ha cambiato il mondo della comunicazione e sta disegnando l'avvenire nostro e dei nostri figli.

domenica 27 luglio 2008

Flying Padre (1951) - Stanley Kubrick


Ottant'anni fa nasceva a New York Stanley Kubrick. Qui il primo cortometraggio del regista newyorkese.
Da 'rapina a mano armata' ad 'Eyes Wide Shut', i trailer dei suoi 11 film più famosi_repubblica.it

mercoledì 23 luglio 2008

E-MEDIA INSTITUTE, 'IL MERCATO TELEVISIVO. TENDENZE IN EUROPA E IN ITALIA'_primaonline.it


Nel documento si legge, tra l'altro, che "il mercato tivù vive una stagione di importanti e decisive trasformazioni. Da un lato si completa il suo passaggio alla tivù digitale e multicanale e dall'altro emergono nuove piattaforme digitali di tipo neo-televisivo che propongono sistemi e modelli di consumo diversi da quelli tradizionali".

domenica 6 luglio 2008

LOST, ULTIMA STAGIONE_xl.repubblica.it


Lunedì 7 luglio andranno in onda in Italia (su Fox, canale 110 di Sky) gli ultimi tre episodi della serie cult Lost. Un'appuntamento in cui si scoprirà come alcuni dei sopravvissuti abbiano lasciato l'Isola e chi ci sia nella bara che abbiamo visto alla fine della scorsa serie. Una puntata che fornirà una risposta ad alcuni degli interrogativi ma che farà nascere tante altre domande nella testa dei fan. In attesa delle prossime due stagioni. Le ultime. La quarta serie sarà poi trasmessa dalla Rai a partire dal 28 luglio

martedì 1 luglio 2008

Vodafone e MySpace insieme per il lancio di una community musicale mobile_downloadblog.it


Vodafone ha stretto un accordo con MySpace per il lancio di Vodafone Music Reporter, una piattaforma musicale che permetterà agli appassionati di musica di essere parte attiva della community con reportage personali di eventi musicali suggeriti, il tutto tramite il proprio cellulare.

Germania, Italia, Spagna e Regno Unito sono i paesi in cui il servizio verrà offerto, ma attualmente Vodafone Music Reporter funziona esclusivamente in UK.

Attraverso un contest, il servizio stimolerà la voglia di seguire i concerti e gli eventi musicali di interesse, ottenendo diversi video-reportage e presentazioni dai propri utenti e culminerà nella selezione di un reporter vero e proprio tra i partecipanti, dotandolo di Sony Vaio e Handicam HD, per “testimoniare” l’evento.

Si pensi a quanto un’iniziativa del genere potrà ottenere dall’ondata di nuovi acquirenti di iPhone 3G che, grazie alla possibilità di essere sempre connessi, saranno propensi alla partecipazione massiccia all’iniziativa. In questo modo, MySpace continuerà a rappresentare il social network preferito dai musicisti per la distribuzione musicale e Vodafone, da parte sua, potrà contare in decine di nuovi clienti.

sabato 21 giugno 2008

Italian Dream


Il 27 giugno esce in alcune città italiane il film Italian Dream, di Sandro Baldoni.

venerdì 13 giugno 2008

Il viaggio


Il viaggio è il frutto di un anno di lavoro del regista Antonio Bocola con il suo laboratorio di tecnica cinematografica all'interno del carcere minorile "C. Beccaria". Il testo e la musica del brano, scritto e composto dalle ragazze del "Beccaria", sono nati da una riflessione stimolata dagli insegnanti sul percorso compiuto da Ulisse nell'Odissea: molte delle ragazze Rom ed extracomunitarie non hanno trovato difficoltà ad immedesimarsi nelle peripezie sopportate da Ulisse nel suo "viaggio".

martedì 3 giugno 2008

Vedi canali tv online su yalp_technorati.it


Yalp ti permette di vedere gratis in streaming Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, Rai News 24, altri canali minori e video musicali. C’è la possibilità di aprire un canale online per pubblicare un proprio video, cortometraggio o miniserie.

giovedì 22 maggio 2008

Phoenix atterra su Marte alla ricerca di acqua



La sonda Phoenix si è posata senza problemi sul suolo di Marte dopo un viaggio nello spazio di 679 milioni di chilometri cominciato con il lancio da Cape Canaveral nell'agosto 2007. E' la prima sonda spaziale a posarsi sulla regione artica del pianeta rosso.
La sua missione è raccogliere campioni di acqua gelata e verificare l'esistenza di materiale organico.
Infatti, secondo i dati inviati dal radar Sharad, sembra che davvero sotto uno spesso strato di suolo vi possa essere acqua mista ad altri elementi a formare una specie di permafrost. Per la prima volta Esa e Nasa collaboreranno assieme. Difatti l’Agenzia spaziale americana ha chiesto ai colleghi europei di partecipare alle delicate fasi dell’atterraggio attraverso il Mars Express, il satellite lanciato in orbita su Marte dal 2003.

venerdì 25 aprile 2008

Partono le riprese del film “Fuga dal call center” di Federico Rizzo


Dopo il lungo lavoro di ricerca in tutta Italia, il 28 aprile partono le riprese del film “Fuga dal call center” di Federico Rizzo. I set sono distribuiti tra Sesto San Giovanni e Milano.
Quando il lavoro fa soffrire…è ”Fuga dal Call center”. Un film che punge, graffia, fa male. Così come fa male il lavoro precario a migliaia di giovani. Il call center è il simbolo del precariato professionale che porta ad un precariato esistenziale. Federico Rizzo, giovane regista di spicco della produzione indipendente milanese, su questo tema, scottante e attuale, sta girando “Fuga dal call center”. Si propone, in chiave comica e grottesca, di promuovere una riflessione su un problema presente nella vita di moltissimi giovani italiani. “Fuga dal call center è una docu-fiction – dichiara il regista Federico Rizzo – che vuole suscitare un dibattito propositivo e non annoiare e si inserisce bene tra altre produzioni, come quelle di Virzì e di Celestini, pur essendo un prodotto diverso. Il nostro è un film con alle spalle un lavoro di inchiesta approfondito fatto di interviste reali, un vero e proprio patrimonio, che vogliamo rendere disponibile a chi si occupa di questo problema. Siamo felici che anche il cinema si stia occupando di queste tematiche che sono decisive per il futuro dei giovani italiani”. Oltre all’argomento, anche la forma è “scomoda”, non convenzionale, diversa rispetto ai film che si trovano nelle sale. Il regista ha già raccolto in tutta Italia (Milano, Roma, Bari, Brindisi, Bologna, Torino) centinaia di testimonianze di veri operatori di call center. Blocchi di interviste, “che conferiranno al film maggior credibilità e aderenza alla realtà del problema”, come spiega lo stesso Rizzo. “Ho voluto girare le interviste in tutta Italia – prosegue Rizzo - per avere un quadro complessivo della realtà che volevo indagare e non arrogarmi un diritto di critica del sistema senza una documentazione. Anche se, del resto, io stesso ho lavorato per tre anni in un call center e ne ho viste di tutti i colori. Inoltre anche la sceneggiatura è stata aperta e progressivamente riscritta in base a tutti i nuovi elementi emersi durante le interviste e mediante il blog che abbiamo attivato sul sito del film”. Produzione&cast Il film è prodotto dalla Cooperativa Gagarin (Franco Bocca Gelsi, Gianfilippo Pedote) e da Ardaco. Alla fotografia Luca Bigazzi, vincitore di quattro David di Donatello. Angelo Pisani, Debora Villa e Paolo Pierobon tra gli attori. Carlotta Cristiani si occuerà del montaggio. Infine, la partecipazione straordinaria di CapaRezza come direttore artistico della colonna sonora. INFO ufficio stampa - Andrea Monticelli - AMCom - cell 347 4637161 - andrea@am-com.it

martedì 18 marzo 2008

Infinity: il multiplayer del futuro_ di Pizzicone


Infinity è un gioco in linea multiplayer ambientato in un universo futuristico persistente. I giocatori possono scoprire una grande galassia con miliardi di pianeti e possono esplorare, combattere, commerciare, socializzare. Insomma, le possibilità sono infinite.
Infinity è un gioco aperto. Si può controllare una nave spaziale attraverso tutta la galassia, cercando di crearsi un’identità e svilupparla. Ci si connette a un server online su cui migliaia di persone stanno giocando, 24 ore su 24. Il gioco ovviamente non si ferma quando ci si disconnette, ma continua ad evolversi: è un universo persistente, come dicevo.

Puoi scegliere la guerra, l’esplorazione, i rapporti sociali, si è liberi di scegliere il proprio percorso e gli obiettivi del vettore. L’unico limite è la propria immaginazione.

Utilizzando tecniche procedurali, l’universo è stato progettato per essere enorme e realistico. Ci sono miliardi di sistemi solari e pianeti, ciascuno unico e in attesa di essere scoperto da un giocatore.

Come potrete vedere dal video il motore ha dell’impressionante, anche considerando che si tratta di un videogioco online, ed è molto affascinante l’idea che trasmette, ossia il potersi “permettere” di fare qualsiasi cosa, di fare “la propria scelta di vita” e perseguirla.

Lo aspettiamo impazienti.

Il sito del gioco

mercoledì 13 febbraio 2008

FREE FOUAD


“Non lasciatemi marcire in prigione”, scrive dal carcere Fouad Al-Farhan , uno dei più seguiti blogger dell’Arabia Saudita arrestato 60 giorni fa senza un’accusa precisa. Tra i pochissimi sauditi che hanno il coraggio di sfidare le autorità firmando i messaggi del suo blog con nome e cognome, Fouad ha 33 anni, due figli, ed è general manager di una compagnia di Jeddah. Nel suo blog scrive di riforme, libertà di espressione e di giustizia e forse, proprio per questo, è stato arrestato lo scorso 11 dicembre.

Per raccogliere il suo appello, il movimento spontaneo dei blogger ha promosso dal 9 al 15 febbraio una settimana di mobilitazione internazionale che invita tutti i blogger a copiare un post di Fouad sul proprio sito per diffondere in tutta la blogosfera il suo messaggio. Partecipiamo alla mobilitazione traducendo un post nel quale Fouad spiega i 25 motivi per cui lui e i blogger sauditi scrivono un blog, pubblicato lo scorso luglio dopo sei mesi di chiusura del sito, voluto dalle autorità saudite.

Perchè scriviamo un blog?

1. Perchè crediamo di avere opinioni che meritino di essere ascoltate, e menti che meritino di essere rispettate.
2. Perchè le società non progrediscono se non imparano a rispettare le opinioni dei loro membri. E noi vogliamo vedere la nostra società progredire.
3. Perchè scrivere un blog è la nostra unica possibilità. Non abbiamo mezzi di comunicazione indipendenti e non abbiamo la libertà di organizzarci e riunirci.
4. Perchè vogliamo discutere le nostre opinioni.
5. Perchè pensiamo.
6. Perchè ci importa.
7. Perchè avere un blog ha un effetto positivo sulle altre società e noi vogliamo avere stesso effetto sulla nostra.
8. Perchè avere un blog è un riflesso della vivacità di una società e noi siamo vivi.
9. Perchè avere un blog è guadagnare l’attenzione dei media e dei governi. E noi vogliamo essere ascoltati.
10. Perchè non abbiamo paura.
11. Perchè rifiutiamo la mentalità del gregge.
12. Perchè amiamo la diversità di opinione.
13. Perchè il nostro paese è di tutti e noi siamo parte del nostro paese.
14. Perchè vogliamo arrivare a tutti.
15. Perchè ci rifiutiamo di essere solo un’eco.
16. Perchè non siamo altro che bloggers nelle altre società.
17. Perchè inseguiamo la verità.
18.Perchè la nostra religione ci incoraggia a parlare.
19. Perchè siamo stanchi dell’ipocrisia dei media sauditi.
20. Perchè siamo positivi.
21. Perchè un blog è uno strumento potente che può far del bene alla società.
22. Perchè noi siamo turbati e vogliamo turbare.
23. Perchè amiamo il nostro paese.
24. Perchè amiamo il dialogo e non lo temiamo.
25. Perchè siamo sinceri.

domenica 6 gennaio 2008

Tuxedomoon - Desire [1981]


San Francisco, stanno finendo gli Anni '70.
Entra in scena, sul palcoscenico "minore" dell'arte alternativa, la musica dei Tuxedomoon. Musica in cui si intrecciano generi diversi (classica, punk, pop, elettronica) in un connubio originale orientato dalle dissonanze, cabaret espressionista e un romanticismo mitteleuropeo vengonoportati sul palco da un gruppo che ha segnato le pagine più belle della cosiddetta new wave.
Sono Blaine L. Reininger e Steve Brown gli artefici, due amici che frequentano il San Francisco City College, dove studiano la musica elettronica. Nel tempo sono affiancati, tra gli altri, da Wiston Tong, Peter Principle, Luc Van Lieshout.
I loro concerti sono spettacoli multimediali innovativi per l'epoca. Che portano anche in Europa, dove si stabiliscono: Belgio, Italia (Bologna). Le loro influenze: William Burroughs, David Bowie, John Cage, Albert Camus, Brian Eno.
(toopure.blogspot.com)
Creative Commons License
HardNewsTV is licensed under a Creative Commons